Loading…

Move and Pay di Setefi POS Mobile [Recensione]

Silvia Santoro

 

Cos’è Move and Pay di Setefi?

Move and Pay è il nome utilizzato dal nuovo servizio proposto dal gruppo Intesa Sanpaolo, che si presenta come uno strumento comodo e indispensabile per le piccole e medie imprese, i negozianti e i lavoratori in proprio che necessitano di avere a portata di mano un dispositivo mobile con cui accettare pagamenti tramite carte di credito.

In breve, possiamo definire Move and Pay la proposta di POS Mobile offerta dall’istituto ai propri clienti. I titolari di un conto corrente presso una banca del gruppo Intesa Sanpaolo, infatti, potranno usufruire del lettore mobile.

Come per numerose altre opzioni in campo di lettori mobili di carte di credito, anche per Move and Pay è previsto l’utilizzo di un dispositivo fisico, per cui sarà necessario pagare un canone mensile, e l’utilizzo di una app gratuita per la gestione delle transazioni accettate tramite POS mobile.

 

Come funziona Move and Pay?

Il lettore di carte mobile è semplice da utilizzare e prevede l’uso di un’interfaccia utente che il negoziante o libero professionista potrà scaricare sul proprio smartphone o tablet, l’app Il Mio POS, con cui si potrà interagire con il terminale.

Move and Pay di Setefi, ora gruppo Intesa Sanpaolo, è un dispositivo portatile, comodo e leggero, che potrà essere utilizzato dovunque; tutto ciò che serve per iniziare ad accettare pagamenti tramite carta di credito, debito, prepagata o ricaricabile appartenente ai principali istituti finanziari è una copertura di rete.

Il primo passo è contattare la propria filiale di Intesa Sanpaolo e stipulare un contratto per l’utilizzo di Move and Pay; il sito ufficiale del POS mobile garantisce un’offerta personalizzata per ogni cliente individuale.

In seguito, l’utente potrà scaricare l’app associata a Move and Pay, “Il Mio POS”, disponibile per dispositivi Android e iOS.

Ora, tutto ciò che rimane da fare è collegare il lettore al proprio smartphone o tablet tramite connessione Bluetooth. Una volta eseguita questa operazione, l’utente potrà accettare pagamenti con il proprio lettore POS mobile dovunque si trovi, a patto che lo smartphone utilizzato sia collegato a internet tramite rete WiFi, 3G/4G o LTE. Una volta eseguiti questi passaggi, il lettore Move and Pay è pronto all’uso.

L’utente potrà digitare l’importo dovuto all’interno dell’app, e mostrare il lettore al cliente, che può presentare la propria carta strisciandola o utilizzando la funzione di pagamento contactless. Al cliente sarà possibile, quindi, inserire il proprio PIN e confermare l’operazione.

A transazione conclusa, all’utente o esercente verrà presentato uno scontrino digitale, e la ricevuta relativa all’acquisto potrà essere inviata al cliente tramite SMS o via posta elettronica.

Chiunque potrà pagare tramite Move and Pay, ma soltanto gli utenti con un conto corrente presso Intesa Sanpaolo potranno fare richiesta per ricevere un dispositivo POS mobile del gruppo e iniziare a ricevere pagamenti, che verranno quindi trasferiti sul proprio conto in un giorno lavorativo.

Moce and Pay – carte accettate

 

Quali sono i costi e le tariffe?

I costi e le tariffe relative all’utilizzo di Move and Pay di Setefi sono variabili e il gruppo Intesa Sanpaolo pubblicizza offerte su misura del singolo utente; pertanto tutti i dettagli relativi a costi specifici verranno stabiliti al momento della stipula del contratto in filiale.

Tuttavia, sappiamo che l’utilizzo di Move and Pay come dispositivo POS mobile prevede alcuni costi fissi, come un canone mensile pari a € 15,00 e una tariffa pari a € 1,90 per la ricezione di un estratto conto raffigurante i movimenti recenti tramite il lettore.

Le commissioni sulle transazioni variano in base al circuito utilizzato e dipendono dalla tipologia di contratto stabilito in filiale. La commissione massima è di 2.50% per transazione tramite Visa/VPAY o Mastercard/Maestro e corrisponde al massimo a 1.80% per pagamenti tramite PagoBancomat. Queste percentuali sono soggette a variazioni in base al contratto stipulato.

In generale, possiamo dire che i costi previsti da Move and Pay e proposti da Intesa Sanpaolo sono abbastanza alti, e poco competitivi per le piccole imprese o i singoli esercenti o liberi professionisti, con poco movimento d’affari attraverso le carte di credito o debito; in questi casi, altre opzioni più abbordabili e vicine alle necessità dell’utente come SumUp o iZettle potrebbero essere più adatte.

 

Ulteriori informazioni sul servizio

Move and Pay supporta pagamenti tramite carte dei principali circuiti nazionali e internazionali: Visa e VPAY, MasterCard e Maestro, PagoBancomat, JCB, UnionPay, Diners e Discover. È possibile abilitare il lettore a transazioni tramite American Express stipulando un ulteriore contratto direttamente con questo circuito o attraverso Intesa Sanpaolo.

Per ulteriori informazioni, è consigliabile consultare il sito di Intesa Sanpaolo, e leggere i pareri di altri utenti prima di scegliere è sempre una buona idea per sondare il terreno.

 

L’applicazione

Move and Pay di Setefi utilizza l’app Il Mio POS, disponibile sull’App Store per iOS e sul Play Store per utenti Android, come interfaccia utente da associare al lettore mobile fisico fornito dalla propria filiale di Intesa Sanpaolo.

L’app è in continuo aggiornamento e miglioramento, ma purtroppo sono numerosi gli utenti che lamentano numerose difficoltà durante il collegamento tra app e dispositivo, in fase di login e durante l’utilizzo delle funzioni previste dall’app stessa.

Inoltre, ci sono segnalazioni di utenti che esprimono il proprio disappunto nel momento in cui l’app richiede il permesso di accedere alla rubrica del proprio smartphone, quindi è consigliabile leggere i permessi richiesti dall’app al momento dell’installazione.

La compagnia offre supporto tecnico e si sta impegnando per migliorare il servizio offerto sempre di più.

 

Conclusioni e giudizio finale

In conclusione, possiamo dire che il lettore POS mobile Move and Pay di Setefi, ora gruppo Intesa Sanpaolo, e la relativa app “Il Mio POS” sono soddisfacenti e svolgono la funzione prevista, ma non reggono il confronto con altri provider di POS mobile sul mercato.

Soltanto di recente l’app necessaria al funzionamento del lettore ha ottenuto un aggiornamento che l’ha resa più user-friendly e chiara, quindi l’impressione è quella che il servizio abbia ancora un po’ di strada da fare prima di essere al livello di altre opzioni disponibili.

Inoltre lo svantaggio maggiore dello scegliere Move and Pay sono i costi; di fatto è necessario pagare un canone per affittare il terminale POS mobile e le tariffe applicate sulle singole transazioni sono alte, non alla portata di tutte le tipologie di potenziali utenti, come i liberi professionisti.

È quindi consigliabile valutare attentamente le opzioni disponibili sul mercato prima di scegliere Move and Pay come lettore POS mobile per la propria attività o negozio.

 

Lascia un commento